La mia esperienza con la escort più famosa d'Italia

Leggi l'articolo

Proprio così, sono qui a raccontare una vera storia erotica in prima persona successa ormai un paio d'anni fa. Ho avuto la fortuna di passare una notte di fuoco con la escort più famosa della nostra penisola tra sesso, chiacchiere e risate, da quel momento prediligo solo gli annunci di incontri su EscortInside: datemi retta, nessuna donna disponibile è al pari loro.

L'incontro con la escort migliore

Sono stato invitato per caso ad una festa importante, se non sbaglio era l'inaugurazione di un locale cittadino molto famoso che aveva cambiato gestione. C'era un po' tutto il jet set e gente importante di vari settori annessi alla vita notturna e non mancavano centinaia di figone pronte a farsi notare da imprenditori e gente col cash. Noi ce ne stavamo belli tranquilli ed essendo amici del DJ riuscimmo a conoscere quasi tutte le bellezze della serata, una era proprio la escort più conosciuta e bella d'Italia a quel momento. Io non sapevo chi fosse e solitamente cercavo sesso free in discoteca o con vecchie fiamme: peccato che il più delle volte il tutto era deludente e le donne poi avevano inevitabilmente pretese e scatti di gelosia nei miei riguardi. Detto ciò, lei era davvero splendida, una modella anche se aveva un fisico minuto e non era eccessivamente appariscente, anzi era molto fine quella sera, discreta e avvolta in un abito nero con leggera scollatura sul décolleté. Sembrava mi cercasse con lo sguardo ogni passo che facevo e la cosa non mi dispiaceva, poi mi seguì nella toilette e fu lei ad approcciarmi. Due parole e poi mi mise la lingua in bocca: WOW! Non mi era mai capitata una cosa così. Chiuse la porta del bagno, eravamo nel disimpegno e mi continuava a baciare, era palese avesse una voglia incredibile di farmi suo. La sua mano famelica scivolò nei miei jeans e afferrò con forza il mio pene già tremendamente in tiro. Sembrava una scena da film, continuavo a ripetermi.

Sesso con la escort fuori servizio

Era ora di andare fuori dal bagno e ritagliarci del tempo per scopare al meglio: lei mi disse proprio "andiamo a scopare". Presi le chiavi dell'auto e la portai in una piscina di un amico che mi permetteva di usare dato che lui era in trasferta all'estero. Nemmeno il tempo di arrivare e lei mi palpava il cazzo mentre guidavo, poi mi slacciò i pantaloni e lo prese in bocca. Sentivo la sua lingua ruvida avvolgere la cappella e insistere sui testicoli: stavo impazzendo di piacere. Arrivati alla villa, più precisamente alla piscina, lei si denudò e aveva un corpo mozzafiato, mai avuto l'occasione di scopare con una figa del genere. Mi leccò dappertutto e io non sapevo proprio cosa fare, conduceva lei le danze ed era una furia insaziabile, poi mi decisi e con foga la misi a novanta. Lei ansimava e non vedeva l'ora di farselo sbattere dentro, si capiva palesemente: uno, due, cinque, dieci colpi e lei venne. Mi saltò addosso come indiavolata e mi disse "ancora, dai ancora". A bordo piscina mi misi in ginocchio e le ficcai il mio pene in bocca, intanto le spingevo la testa e lei seguiva ritmicamente facendo versi e sguardi di godimento. Intanto si toccava la figa e l'ano e continuava a leccarmi, sembrava volesse mangiarmelo il cazzo tanto era presa bene. Decisi di prenderla per i capelli e di venirle in faccia, lei cercava con la lingua di leccare il mio sperma e poi con amorevole dolcezza mi pulì con l'acqua della piscina. Che scopata ragazzi e non è tutto, durante la notte lo facemmo per altre due volte, una nell'idromassaggio della piscina con lei a gambe aperte su di me e l'altra sul prato con lei sotto a gambe divaricate quasi in spaccata. Scegliete gli annunci di escort se volete sesso vero e di qualità.